I film di Alfred Hitchcock possono essere considerati  dei veri capitoli di un manuale del cinema , ricordiamo in particolare la sua intervista al regista francese François Truffaut ,testo fondamentale per avere un'idea del linguaggio cinematografico   

                        Riassunto di questa pagin PDF  

                               Analisi del film -(DELLE Seq.) in PDF Analisi delle Seq   

Tantissimi gli spunti dai suoi film ,analizziamo il noto (tema del doppio e Montaggio Alternato rapporto con il romanzo di Patricia Highsmith )  

 STRANGERS ON TRAIN (Delitto per Delitto , L'altro uomo ) 

Anno: 1951.Regia: Alfred Hitchcock.Soggetto: tratto dal racconto di Patricia Highsmith.

Sceneggiatura: Raymond Chandler e Czenzi Ormonde; adattato da Whitfield Cook. Fotografia: Robert Burks Art Director: Edward S. Haworth.-Scenografia: Gorge James Hopkins.-Costumi: Leah Rhodes.-Montaggio: William Ziegler. Musiche: originali di Dimitri Tiomkin, dirette da Ray Heindorf  dur.100m. circa

con :

Robert Walker: Bruno Anthony (doppiato da N. Gazzolo )

Farley Granger: Guy Haines (Doppiato da Sergio Fantoni )

Sapete, secondo me prima di morire bisogna fare tutto,
provare tutto.
Avete mai guidato l'auto con gli occhi bendati
a cento chilometri l'ora?

 una delle frasi celebri del film detta dal  cattivo (foto sotto) ...sarà proprio così ...?

  Robert Walker: Bruno Anthony

 

     

    Il  Regista con la figlia che recita nel film         

 

     L'altro uomo ....inquadrato dal regista , ogni inquadratura è un elemento fondamentale della grammatica del Maestro come il linguaggio scritto per un romanziere

     

   

.
"Delitto Per Delitto" "Strangers on a Train" ( "Sconosciuti Sul Treno") è tratto dal romano di P.Highsmith nota giallista (ricord. il talento di Mr Ripley ), alla sceneggiatura partecipò inizialmente anche il grande scrittore R.Chandler anche lui importante autore di romanzi Noir che però abbandonò il lavoro prima della fine del film per incomprensioni con il regista -

Il film inizia con una voce fuori campo (nella ediz.ita ) che con ironia ci dice molto sul film

«Questa è una qualunque stazione ferroviaria in una città qualunque, in un giorno qualunque. Arriva un taxi, ne discende un uomo che, paga e si dirige verso i treni. Quasi contemporaneamente quest'altro uomo fa la stessa cosa. Niente di originale direte voi, eppure quali impulsi misteriosi guidano i passi di questi due sconosciuti? Quale imperscrutabile volontà superiore avvia queste persone lo stesso giorno, verso la stessa banchina e sullo stesso treno? I loro destini resteranno divisi e paralleli come queste rotaie o si intrecceranno come questo groviglio di scambi? Se avrete un poco di pazienza lo saprete subito. Io vi lascio devo dare qualche consiglio al macchinista, non vorrei che scambiasse scambi. Buonasera.» 

Con un raffinato Montaggio alternato Hitchcock  ci descrive l'arrivo alla stazione dei due per ora sconosciuti personaggi

    l'omicidio viene ripreso attraverso gli occhiali





Farley Granger aveva già lavorato con Hitchcock in "Nodo alla Gola" del 1948 -noto anche per aver interpretato Senso di Visconti

Il film, uscito in bianco e nero nel 1951, dura circa 100 minuti e fu sottoposto alle solite restrizioni in alcuni paesi per alcune scene giudicate "forti". Scene che oggi farebbero ridere.

come è noto Hitchcock amava "firmare" i suoi film apparendo in una breve sequenza. In "Delitto per Delitto" sale sul treno nel momento in cui Granger scende, portando goffamente la custodia di un contrabbasso.

Seq. importanti

lo strangolamento con il volto dell’omicida che si riflette negli occhiali della vittima o la partita di tennis finale dalla tensione insostenibile? L’inizio sobrio, diretto  col parallelismo delle inquadrature sulle scarpe degli antagonisti epoi dei binari , o la scena finale della giostra impazzita ,il dettaglio sugli occhiali , su l'accendino,sulle iniziali della cravatta .La scena in cui Guy entra in una casa non sua dove forse commetterà un omicidio. La suspense è già alta per il probabile crimine ma come se non bastasse per dilatare ancora di più la scena e per impedire allo spettatore di fare previsioni su ciò che accadrà quando il protagonista sarà di fronte all'eventuale vittima (con il fine di aumentare la sorpresa), Hitchcock aggiunge un altro microframmento di suspense da vero maestro: nel camminare di soppiatto in casa l'uomo incontra in cima alle scale un grosso cane che lo guarda fisso e lui dovrà necessariamente passargli accanto. A questo punto c'è un nuovo elemento di tensione (cosa farà il cane?) a tenere sulle spine lo spettatore che si dimentica che superato il cane c'è il piatto principale di questa sequenza ucciderà il padre di Bruno ,stesso discorso sull'accendino che cade a Bruno nel tombino e ancora la  partita di Tennis, tutti muovono la testa a destra e a Sinistra solo Bruno viene inquadrato con sguardo fisso su Guy .....infine il tennis diviene una metafora dell'elemento centrale del film, il quale ruota intorno al concetto di simmetria tra due personaggi (gioco simmetrico o quasi )

Il Rapporto con la letteratura in questo caso il Romanzo di Highsmith

Ad di la del caso specifico in linea di massima vicino al soggetto originale, Hitchcock  ci descrive una storia attraverso il linguaggio cinematografico di cui è un maestro il romanzo è altra cosa non a caso Chandler  ruppe con il maestro , il film gli appariva  completamente diverso. Chandler ebbe anche con i suoi romanzi un atteggiamento del genere era insofferente al mondo di Hollywood e al modo come utilizzava i suoi libri, Highsmith era alle prime armi . Hitchcock da questo punto di vista aveva idee chiare per l'epoca, cinema e romanzo sono cose diverse hanno linguaggi diversi (mi dimentico perfino del librodiceva il Maestro). La questione anche se assodata suscita sempre qualche discussione o interesse  quasi sempre probabilmente per pubblicizzare il romanzo

 Alfred Hitchcock da questo punto di vista uno dei più grandi romanzieri del 900 solo che in questo caso il romanzo è il film

Film che ora dovrebbe essere chiaro affronta addirittura il problema del rapporto tra bene e male !

Vediamo adesso alcuni aspetti del Montaggio del film , aspetto questo del Montaggio centrale per il regista inglese  Si comprenderà bene che il film è altra cosa ma proprio altra cosa rispetto al libro 

 

Il Montaggio Alternato nel film Strangers on Train    di A.  Hitchcock

 

Rielaboriamo da  VINCENZO CUCCIA

 http://www.ilcorto.it/Tecnica_AV/Tesi_P1_MontaggioAlternato.html

http://www.ilcorto.it/